Seleziona una pagina
"I colori, come i lineamenti, seguono i cambiamenti delle emozioni" tutto nell'opera e nel genio di Pablo Picasso ci racconta di lui: del suo sfrenato amore, della sua incontenibile passione e di come nella sua lunga vita le sue donne, le sue muse, siano state nel bene e nel male le vere protagoniste di ogni pennellata.

In mostra a Firenze "Picasso e la modernità spagnola" un percorso nell'arte e nella storia per conoscere il genio e il carisma di uni dei più grandi artisti del '900.


picasso a firenze 2014

Nella splendida cornice di Palazzo Strozzi, nel centro storico di Firenze, una mostra con oltre 90 opere provenienti dal Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia di Madrid ripercorrono uno dei percorsi artistici più lunghi, travagliati e affascinanti di sempre: quello di Pablo Picasso. La mostra curata da Eugenio Carmona vuole anche evidenziare l'influenza che l'opera di Picasso ebbe nei confronti di altri artisti ispanici come Joan Miró, Salvador Dalí, Julio González. Ciò che emerge dalla mostra su Picasso a Firenze, a nostro parere, è l'incredibile passione che ha sempre guidato la sua vita e la sua opera. Le donne infatti, caratterizzarono l’opera del grande Artista fin dagli esordi: tutte entrano a far parte dei suoi dipinti e sculture, la madre, le sorelle, le sue grandi passioni amorose così piene di caos, amori brevi e intensi, lunghi e disperati, separazioni plateali o poetici matrimoni, si ritrovano tutti nella sua opera: nei soggetti che ritrae ma anche nell'uso dei colori e delle linee.
il pittore e la modella picasso

Il primo grande folle amore di Picasso fu Fernande Olivier, la quale diventò la musa ispiratrice e soggetto di molti suoi quadri del Periodo Blu (1901-1904) e del Periodo Rosa (1904-1907). Picasso la conobbe a Parigi nel 1904, ammaliato dalla sua perturbante bellezza e totalmente soggiogato, la volle come modella in esclusiva. Fernande rimase con l’artista per sette anni, anche se sposata ad un altro. Picasso lasciò Fernande nel 1912, quando incontrò Marcelle Humbert, conosciuta come Eva Gouel (1885-1915) da lui chiamata "ma jolie". Innamoratissimo, fuggì con lei. Negli anni della passione con Eva, l’arte di Picasso è totalmente dominata dal Cubismo, prima analitico e poi sintetico. Sembra essere stato questo il grande amore nella vita dell'artista spagnolo, gli anni trascorsi insieme sono felici e estremamente produttivi in campo artistico. Ma questa gioia fu bruscamente interrotta nel 1915 quando la giovane Eva muore di tubercolosi. E' probabilmente questo avvenimento che cambierà per sempre il rapporto di Picasso con le donne.
ritratto di dora maar picasso

Nel 1944 il Pittore conosce Francoise Gilot l’unica donna che avrà il coraggio di lasciarlo. Francoise è una giovane allieva di 22 anni quando lui ne ha già sessantatre. Per lui rappresenta ancora una volta un nuovo impulso artistico. Da lei ebbe due figli, Claude e Paloma. Con lei Picasso ha spesso comportamenti crudeli e distruttivi. Nel 1953 la donna ha il coraggio di lasciare l'Artista e sarà l’unica, in tutta la sua vita, a farlo. L’anno successivo incontra Dora Maar a Parigi. L'incontro tra i due è quanto meno singolare: lei era seduta in un caffè e giocava con un coltello tagliandosi spesso. Al termine del suo gioco perverso Picasso le chiese il guanto insanguinato che indossava. Dora è una donna completamente diversa e complessa, tanto intelligente quanto poco stabile mentalmente. Il rapporto tra i due è tormentato e turbolento. Le continue provocazioni dell’artista la fecero completamente impazzire. Dora arrivò a dire che Picasso "non è un uomo è una malattia".
picasso e francoise

Ormai ultrasettantenne Picasso non trova ancora pace, anzi. Nel 1954 incontra e si innamora della ventottenne Jacqueline Roque. Nel 1961 si sposano, a seguito della morte di Olga dalla quale non aveva mai divorziato. Ovviamente Picasso si intrattenne ancora con altre donne nonostante l’età avanzata. Ma alla sua morte, nel 1973 all’età di novantadue anni, Jacqueline gli era accanto. Queste sono solo alcune delle donne amate, magari in maniera perversa dall'Artista, la mostra di Picasso a Firenze è un percorso anche nelle loro vite e nella complessità di sentimento tanto forte e complesso come l'Amore.